Leggendo leggende locali

Un paio di domeniche fa, in un paese qui vicino, il FAI ha organizzato una giornata fantasy dentro un castello, per portare le persone a visitare il sito storico.

Nel portico del cortile c’erano molti stand a tema, con una buona presenza di autori lì pronti a raccontare le loro opere ai visitatori e a lasciar dediche personalizzate nelle prime pagine dei libri acquistati.

Per l’occasione ho scoperto che il mio nome in elfico sarebbe Aranel che, come Sarah, significa Principessa. Condivido lo stesso nome elfico con le persone di nome Maria, mi ha spiegato uno scritto gentile 😀

Ho ascoltato tutti gli autori presenti, c’erano parecchie cose interessanti, ma in particolare ha attirato la mia attenzione il tavolo a cui era seduta Simona Cremonini, un’autrice mantovana che da una ventina danni conduce ricerche sulle leggende della regione del Garda (il suo sito è http://www.leggendedelgarda.com).
Ha scritto la Saga delle Streghe Quinti, ispirata alle leggende del lago di Garda. Si tratta di romanzi autoconclusivi ma con la stessa protagonista, una ragazza di nome Brunella.
Il primo libro si intitola ‘Il sigillo di Sarca’ e racconta di un gruppo di ragazzine -fra le quali Brunella- che, facendo una seduta spiritica per gioco, in realtà risvegliano un fantasma e divinità antiche e misteriose protagoniste nelle leggende locali. Ormai cresciute, le ragazze si trovano a dover porre rimedio al fatto di aver infranto il sigillo che teneva confinato il dio Sarca, tremendo marito della ninfa Garda.

Mi è piaciuta molto l’idea di imbastire un romanzo a partire dal folklore locale. Mi sembra davvero affascinante creare qui a casa nostra le atmosfere magiche e mitiche di certi romanzi di solito ‘esotici’.
Tempo fa ho letto la saga della Ragazza Drago, di Licia Troisi e, in parte, è ambientata attorno al Lago di Albano, Nella storia si dice che il lago di Albano si è creato quando una meravigliosa città dei draghi si è sollevata dalla terra per salire in un’altra dimensione.
Ho trovato che spiegare a questo modo l’origine del lago fosse una bellissima idea! E mi è ovviamente venuta voglia di andare a visitare il lago di Albano, chissà che sul fondo non ci siano davvero le tracce di quella antica città draconica 😉

In ogni caso alla festa fantasy non ho acquistato un libro della saga delle Streghe Quinti, benché fossi molto curiosa di leggerlo.
Non avevo con me molti soldi, quindi ho dovuto fare una scelta fra le tante proposte. Dato che Simona Cremonini mi è piaciuta molto, ho preso uno dei suoi libri ma… che cosa ho comprato? Qualcosa di forse ancora più particolare dei romanzi.

Ho scelto un saggio che si intitola ‘La leggenda vien mangiando – leggende e altre storie su come sono nati cibi e vini’. Si tratta di una raccolta di leggende attorno a pietanze e vini, in prevalenza italiani ma non solo, organizzata come un menu. Perciò le sezioni sono: Primi, Secondi, Formaggi, Companatici, Condimenti Verdure ed Erbe, Frutta, Dolci, Le Bevande, Carta dei vini.

Fra le tante proposte disponibili non ho avuto dubbi su questo libro perché: mi piace moltissimo cucinare e sperimentare; per lavoro spesso ho a che fare con il cibo; sono sempre curiosa quando si tratta di miti; leggende e storie sul costume popolare e… questo libro ha molti punti in comune con un mio progetto editoriale personale (che dovrei riprendere, in effetti).

Eccolo qui, il libro, con la dedica per me all’interno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...