Fare in casa il sapone liquido – proposito n* 16

Per il mio compleanno ho stilato una lista di 33 cose da fare nel mio nuovo anno di vita. Tra queste, la numero 16 (la lista è in ordine sparso) è fare in casa il sapone liquido. La precedente, la 15, è ridurre l’utilizzo della plastica e le due cose, in effetti, si accompagnano.

Domenica abbiamo fatto una festa in famiglia per il mio compleanno. Uno dei miei nipotini è andato in bagno a lavarsi le mani e mi ha detto che non c’era più sapone liquido nel dispenser. Vero! Quale occasione ghiotta! 😬😜

Sul subito gli ho dato un po’ di bagnoschiuma, era più pratico della saponetta, ma quando la festa è finita e dopo un riposino dovuto, mi sono messa al lavoro.

Ho un sacco di saponette che ho comprato o mi hanno regalato. Ogni tanto le uso, ma tante volte avere del sapone liquido risulta più pratico, così le ho trasformate prendendo spunto da un tutorial trovato su YouTube.

Il sapone liquido a partire dalle saponette si fa così:

1) Si grattugia in un catino una saponetta (o più saponette) da circa 200 g

2) Si aggiunge una tazzina da caffè di zucchero e a i versano 3 litri di acqua distillata

3) Quindi si frulla tutto con il frullatore a immersione per un paio di minuti.

4) Infine si lascia decantare per un po’, basta mezz’ora o poco più. Il composto reagisce e si addensa. Anticipo che diventa piuttosto sgradevole da toccare, una cosa un po’ bavosa, però profumata. 😕🧐😄

5) Con un imbuto si travasa tutto nelle bottiglie, io ho riciclato una bottiglia di vetro che non riesco a smacchiare dalle tracce di tè (nella speranza che così magari si schiarisca), una bottiglia di vetro della passata di pomodoro e un flacone maxi di ricarica per il sapone liquido, conservata apposta per questo scopo. Ne restava un po’ ancora è così ho riempito anche il dispenser del bagno 🧴

Andrò avanti per un anno con tutto questo sapone!

Nell’armadio mi restano 6 o 7 saponette ancora chiuse. Non so ancora se le userò così come sono o se le trasformerò in sapone liquido (magari per fare dei regalini).

Fatto sta che c’è da star puliti per anni! 🙃

P.S l’acqua distillata è a sua volta in un flacone di plastica. Sicuramente quel flacone richiede meno plastica di quanta ce ne vorrebbe per contenere l’equivalente di sapone in bottiglia, ma si tratta in ogni caso di un rifiuto da smaltire. Si potrebbe distillate da sé, ma quanta energia si consumerebbe? A conti fatti mi sono divertita con questo esperimento, ma la soluzione più eco resta la saponetta. Forse un giorno mi cimenterò nel farle in casa ma… quando avrò esaurito la super scorta.

Un pensiero su “Fare in casa il sapone liquido – proposito n* 16

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...