Districare i fili della propria vita

Qualche tempo fa ho letto un libro il cui titolo mi aveva subito incuriosito: “Il club dei ricordi perduti” (in originale The Knotting Circle).

È un libro toccante e dolcissimo, saggio e commovente, ma anche tenero e felice. È la storia di una guarigione tramite l’apertura agli altri e tramite la comprensione di come si tessono i fili dell’esistenza

È un libro che parla di storie dolorose, ma non è per niente un libro triste. Ha una tenerezza e una delicatezza che rendono le vicende percepibili e sopportabili, anche perché tutti gli eventi appartengono ormai al passato. Non c’è tensione, ma solo ‘osservazione e comprensione’ di quanto è accaduto, per guarire insieme grazie all’amicizia.

‘Il Club dei Ricordi Perduti’ racconta in via principale la storia di Mary, una giovane e brillante giornalista che ha perso la figlia in maledetto giorno di primavera. Nel periodo più buio della sua vita decide di accettare l’unico consiglio che sua madre le abbia mai dato per superare il dolore: iscriversi a un corso di lavoro a maglia. 
Inizia così a frequentare la merceria di Alice, dove altre persone, soprattutto donne, si trovano ogni settimana per imparare a lavorare a maglia e, mentre annodano i fili del gomitolo, sciolgono i grumi più insidiosi e i dolori più ingarbugliati della loro esistenza. Ogni capitolo e lo sciogliersi di qualcosa nella vita di uno dei partecipanti al club e allo stesso tempo di tutti. 

Ogni capitolo inizia con un passaggio del manuale di lavoro a maglia, e c’è un evidente parallelismo fra i contenuti della lezione pratica e la prova emotiva interiore che ciascuna persona deve fare per superare il suo dolore e tornare a vivere davvero.

Letti in sequenza, senza alcuna interruzione, gli incipit dei diversi capitoli sono un buon vademacum 🙂

Se cercate una storia bella, per ritrovare il bello anche nei momenti più cupi, ve lo consiglio.

Un pensiero su “Districare i fili della propria vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...