Un fantasy in Italia: La Ragazza Drago

I racconti e romanzi fantasy di solito sono ambientati in terre (che gli scettici dicono) immaginarie o in paesi a loro modo esotici. Ogni tanto, però, capita anche che ci siano avventure fantastiche, con draghi e magie, ambientati in Italia. 
La saga de ‘La Ragazza Drago’, di Licia Troisi, è una di queste. 
La vicenda si svolge parzialmente anche in altre nazioni europee, ma il fulcro di tutto è il lago di Albano, che nella storia è sorto dopo che Draconia, la meravigliosa città dei draghi, si è liberata in cielo e ha raggiunto un’altra dimensione, in un tempo remoto in cui il mondo dei Draghi e il mondo degli Uomini si sono disgiunti. 

Tremila anni dopo, Sofia, un’orfana romana che ha uno strano neo colorato sulla fronte, viene adottata da un bizzarro professore di antropologia che la porta nella sua curiosa dimora costruita attorno a un albero estremamente antico. Il posto sembra pieno di segreto è di sapere. 
Il professore si direbbe conosca molte cose del passato di Sofia ma, soprattutto, sa dare senso a quella strana macchia sulla fronte della ragazza: è il segno di Thuban, colui che ha sconfitto e rinchiuso nelle viscere della Terra la feroce viverna Nidhoggr. Thuban, il più grande dei draghi, va richiamato perché Nidhoggr si sta risvegliando e tempi cupi e di prigionia si prospettano per l’umanità.

Una saga per ragazzi piacevole e scorrevole, ideale per rilassarsi e per ritrovare la meraviglia per le cose della porta accanto.

Lo avete letto?


Curiosità:

Thuban è una stella della costellazione del Dragone. Da circa il 4000 a.C. fino a circa il 1.800 a.C, è la stella che indicava il nord (al posto della Stella Polare); ha perso poi questo suo ruolo a causa della precessione dell’asse terrestre.
Nidhoggr significa ‘colui che colpisce con odio’. È un malefico drago-serpente della mitologia norrena.

Un pensiero su “Un fantasy in Italia: La Ragazza Drago

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...