Century e gli indizi per salvare il mondo

Ho letto la saga di Century di Pier Domenico Baccalario in circa due settimane, velocissima e assorbita dalla storia. È una saga fantasy per ragazzi e, in quanto tale, molto piacevole, avventurosa, leggera e allo stesso tempo profonda. 🙂
Ve la racconto senza, promesso, anticipazioni.

4 ragazzi, di 4 nazioni diverse, tutti nati il 29 febbraio, si incontrano apparentemente per caso in un hotel di Roma a fine anno.
Una di loro, Elettra, è della famiglia dei proprietari dell’hotel e quella notte condivide la camera con altri tre ragazzi provenienti da Francia, Stati Uniti e Cina. C’è stato, infatti, un equivoco con le prenotazioni e non ci sono abbastanza stanze per tutti; i proprietari, pur di non creare troppo disagio agli ospiti, si arrangiano come possono mettendo a disposizione le proprie camere private. 

Nel cuore della notte, durante uno strano blackout, i quattro ragazzi escono in strada a esplorare i dintorni e si imbattono in un uomo che, in preda all’agitazione, consegna loro una valigetta che si scoprirà contenere 4 strane trottole e una scatola di legno con molti solchi sul superficie. 

I ragazzi prendono l’episodio con leggerezza, forse quello era un mitomane, ma quando la mattina successiva si viene a sapere che quell’uomo è stato trovato ucciso, iniziano a porsi domande sull’accaduto e sulla valigetta. 
Inizia una caccia al tesoro per Roma, lungo la storia e i miti della città, per scopre cosa significano gli strani oggetti contenuti nella borsa, cosa è successo a quell’uomo e cosa è l’Anello di Fuoco sulle cui tracce sembrano essere anche individui decisamente poco raccomandabili.

Qui prende avvio l’avventura che porterà i quattro ragazzi a esplorare, assieme, le rispettive città, per rinnovare, come è richiesto ogni 100 anni, un grande patto fra Uomo e Natura.
Dovranno setacciare prima New York dove si nasconde ‘La Stella di Pietra’; poi Parigi in cerca del ‘Velo di Iside’; infine Shanghai, per ritrovare la Prima Sorgente. Prima di loro, testimonia la scatola, grandi poeti, pensatori, esploratori, scienziati come Leonardo Da Vinci, Marco Polo e Cristoforo Colombo hanno maneggiato quegli inusuali oggetti e compiuto quell’impresa. Perché non si tratta solo di trovare dei cimeli, ma di arrivare al cuore della conoscenza e dei segreti che possono dare senso al mondo di continuare a esistere.

Qui sotto le mie personalissime interpretazioni dei tre temi.


È una storia molto piacevole e coinvolgente, mi ha sorpreso in tanti passaggi perché, benché il tema ‘4 elementi’ sia abbastanza consueto, è sviluppato in maniera molto originale.

A un certo punto i 4 elementi classici troveranno una diversa interpretazione, un nuovo senso, molto profondo e amorevole; diventeranno gli ingredienti essenziali che ciascuno di noi dovrebbe custodire e alimentare lungo l’avventura della vita. 
È una storia che, in modo tenue ma significativo, parla di ambiente e di sostenibilità, invita a porre l’attenzione sulle proprie scelte nei riguardi del mondo in cui viviamo, delle persone con le quali ci relazioniamo e dei ‘contenuti’ che vogliamo lasciate a testimonianza del nostro passaggio.

Se volete rallegrarvi con un po’ di avventura e ricerca storica e mistica, se amate le cacce al tesoro e le storie che lanciano uno sguardo speranzoso verso il futuro, ve lo consiglio.

Un pensiero su “Century e gli indizi per salvare il mondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...